Repertorio Profano

Questo tipo di repertorio include quei canti che, con i loro testi, rispecchiano la vita, lo stato d'animo, le gioie, i dolori, l'amore per la propria donna, per la propria terra e vengono eseguiti sia con un ritmo chiamato "a ballo" oppure "a sa seria".
Anticamente anche a Pozzomaggiore esisteva un Cuncordu di cui solo gli anziani oggi si ricordano le loro esibizioni in chiesa. Purtroppo, non essendoci stato il ricambio generazionale, si perse le tracce di questo passato dei primi del novecento.
Oggi la nostra formazione a cuncordu ha dovuto creare dei canti sia nell'ambito sacro che profano utilizzando testi di poeti locali e poeti di altri paesi.

 

Canti profani

 

Nuraghes mios Antonio Maria Pinna
Saldigna mia Giorgio Pinna
Ninna nanna tesoreddu Salvatore Spanu
Nadale Gigi Piu
Su Dilliri Gigi Piu
Donadores de sambene Gigi Piu

 

Canti profani del folklore sardo

 

Non poto reposare Sini - Rachel
Dimonios Luciano Sechi
Procurade 'e moderare F. I. Mannu
S'aneddu Coro Canarjos
Nanneddu Meu Peppino Mereu
Su olu 'e s'astore Tonino Puddu
Anghelos cantade

 

html templates